foto corso istruttoriSi è chiuso nell’entusiasmo delle docenti che hanno partecipato in numero record al corso “Scacchi a scuola” organizzato dal Comitato Regionale Lazio della Federazione Scacchistica Italiana e tenuto dai nostri Istruttori Antonio Valenzi e Federico Guerrieri.

Articolato nei due giorni del 14 e 15 giugno 2017, nel plesso scolastico di via dell’Elettronica dell’Istituto Comprensivo Leonardo da Vinci, con la partecipazione di ben 37 docenti, prevalentemente di scuola primaria, il corso è stato diviso in due momenti distinti.

Valenzi ha curato la parte sugli scacchi come strumento didattico e sugli aspetti storici e sportivi della disciplina, mentre Guerrieri ha focalizzato il suo intervento sulle nozioni di base del gioco e sui metodi di insegnamento agli Allievi della scuola primaria.

Momenti teorici insomma che si sono uniti a momenti pratici, culminando in una vera e propria sessione di gioco in cui molte Insegnanti si sono sedute per la prima volta davanti alla scacchiera con il preciso obiettivo, da parte degli Istruttori, di far vivere loro la stessa esperienza del bambino.

“Perché l’importante – ha dichiarato Guerrieri, Istruttore Lazio Scacchi con una pluriennale esperienza di insegnamento della disciplina ai bambini – è saper dare gli scacchi nel modo più adatto ad essere recepiti. Bisogna partire facendo fare leva sulla libertà indisciplinata dei ragazzi per ricondurla, di storia in storia, di gioco in gioco, in un quadro organizzato ad ordine crescente”.

“Chi orbita nel mondo degli scacchi – ha aggiunto Valenzi, addetto ai rapporti con le scuole della S.S. Lazio Scacchi – è molto impegnato nel sostenere quanto siano utili al potenziamento cognitivo degli Allievi, soprattutto della scuola primaria. E questo è sicuramente vero. L’aspetto che però occorre rafforzare e diffondere è quello su come ‘il nobil giuoco’ sia un enorme facilitatore per gli Insegnanti stessi.

Per gli Insegnanti che adotteranno gli scacchi nelle loro classi, l’ora settimanale che vorranno dedicarvi sarà un investimento prezioso di tempo poiché offrirà un paradigma molto affidabile in base al quale elaborare programmazione e valutazione. Per diffondere gli “scacchi a scuola” è necessario innanzitutto far comprendere quel che è già implicito: gli scacchi nella scuola sono un beneficio per tutti”.

Antonio Valenzi

*******************************************************************************************************

Continuano i corsi del Maestro FIDE Marco Corvi presso il Centro di Educazione Scacchistica e Sportiva di Lazio Scacchi in Via E. Nathan, 41.

Lunedì 15 maggio alle 21,15 inizia il corso "Come pensare nel finale" (visualizza il programma).

La prima lezione è, come di consueto, gratuita.

********************************************************************************************************

Oggi 12 maggio 2017 si è tenuta l'assemblea dei soci di Lazio Scacchi che ha approvato il bilancio consuntivo del 2016, che si è chiuso con un avanzo di euro 182,86,  ed il bilancio preventivo del 2017.

Il Presidente Lenzi ha illustrato le attività svolte nel 2016 e i piani per il 2017. In particolare il 2016 ha evidenziato una crescita con successo delle attivtà agonistiche, soprattutto a squadre, nonchè delle attivtà di formazione. Nel corso della discussione è stato sottolineato che Lazio Scacchi è uno dei primi circoli italiani per numero di soci.  

L'assemblea ha approvato all'unanimità i documenti sottoposti.

*******************************************************************************************************

torneo interscolastico 2Nonostante fosse alla terza edizione, il Torneo Interscolastico Lazio scacchi 2017 è stato quello delle tante “prime volte” che ha significato, a partire dagli entusiasmi che ha suscitato tra partecipanti, famiglie, partner e osservatori. Andando oltre l’evento scacchistico, che chiude idealmente l’anno dei corsi nei vari Istituti in cui Lazio Scacchi è presente, si è trattato di un vero e proprio show del quale i protagonisti sono stati i giovani partecipanti. Uno show, beninteso, non fine a se stesso.

Nell’allestimento curato presso la palestra della scuola Federico Di Donato (zona Esquilino), grazie al supporto fondamentale dell’Associazione Genitori dell’Istituto, con bandiere di tutti i Paesi (a simboleggiare l’universalità della disciplina scacchistica) e con le musiche che hanno scandito l’ingresso degli Allievi nel primo turno di gioco, Lazio Scacchi ha voluto rendere esplicito il messaggio educativo che accompagna la sua presenza nelle scuole, che non si limita soltanto all’apprendimento della disciplina ma a tutta una serie di valori propria degli scacchi e dello sport, faro guida della Polisportiva Lazio.

Un intento che è stato arricchito e valorizzato dalla direzione dell’arbitro internazionale Manlio Simonini il quale ha prestato la propria competenza per la riuscita dell’evento.

Lo sforzo organizzativo ha dato subito i suoi frutti.

Per la prima volta infatti il Torneo Interscolastico ha raccolto l’attenzione di sponsorizzazioni entusiastiche e qualificate come il punto vendita Expert di piazza Vittorio e quello del marchio Città del Sole di via Buonarroti, punto vendita della catena di giocattoli educativi. Una presenza che Lazio scacchi ha voluto onorare assegnando il Premio Expert all’Istituto con il maggior numero di partecipanti e il Premio Città del Sole, andato alla partecipante più giovane della manifestazione.

Ma il frutto forse più lusinghiero per il circolo biancoceleste, in cui al gioco e alla festa si è unito il momento dell’impegno, è stato il patrocinio del Comitato Italiano Unicef, protagonista dell’evento collaterale che si è tenuto nella Sala Intermundia dell’Istituto dedicato all’Istruzione nei Paesi in guerra, con la partecipazione della dottoressa Alessia Polidori, specialista in advocacy dei minori, e del giornalista italo siriano Fouad Roueiha.

Una grande festa insomma il cui sforzo organizzativo è stato ripagato dai molti messaggi veicolati e, su tutti, quello di dare all’infanzia proposte formative positive e di autentica crescita.torneo interscolastico 3

CLASSIFICA FINALE:

3° posto: Istituto Federico Di Donato

2° posto: Istituto Comprensivo Bruno De Finetti

1° posto: Istituto Virginia Centurione Bracelli

PREMIO EXPERT

Istituto Comprensivo Duilio Cambellotti di Rocca Priora

PREMIO CITTA’ DEL SOLE

Assegnato alla partecipante più giovane (nome non divulgato a tutela della privacy del minore).

Antonio Valenzi

******************************************************************************************************